Termogenici e Dimagranti; funzionano? Come?

Termogenici, Dimagranti o Brucia Grassi sono termini che vengono utilizzati comunemente negli ambiti del Fitness e del BodyBuilding per indicare quella categoria di prodotti ed integratori alimentari con effetto dimagrante, atti a ridurre quindi i depositi di grasso senza intaccare la muscolatura.

Come funzionano?

Composti principalmente da estratti naturali di radici, piante ed alimenti, vanno ad agire positivamente sulla perdita dell’adipe attraverso diversi fattori chiave.

Tra questi:

– aumento del dispendio calorico basale (aumento del metabolismo),
– aumento della temperatura corporea (effetto termogenico),
– riduzione dell’appetito (effetto anoressizzante),
– utilizzo delle riserve di grasso come fonte energetica (effetto lipolitico),
– stimolazione dei beta-1 e beta-2 agonisti adrenergici,
– riduzione dello stoccaggio di grassi nei tessuti adiposi,
– bilancio ormonale positivo ed aumento del lavoro tiroideo sano.

Oltre a questi si ottengono inoltre effetti benefici su:
– concentrazione (effetto nootropo),
– umore,
– energia.

Naturalmente quanto e quanti di questi effetti variano da prodotto a prodotto in base agli ingredienti in esso contenuti ed alla risposta individuale.

I composti adrenergici stimolano i β-recettori, attivando così l’AMP ciclico ed inibendo gli α-recettori. Diversi Dimagranti infatti contengono una discreta varietà di composti adrenergici come ad esempio la sinefrina, il principalmente agonista degli α1, ma ha anche una moderata attività sui β3, agonista che stimola la lipolisi nell’uomo. Altri ingredienti tradizionali come la caffeina servono come antagonisti della adenosina nei neuroni, stimolando il sistema nervoso simpatico. Il risultato è un aumento dei livelli di norepinefrina , dopamina e GABA nel cervello, richiedendo un maggior rilascio di catecolamine, dando così un effetto eccitante e di “sveglia” all’intero organismo.

I composti termogenici sono in grado di aumentare il calore corporeo e bruciare i grassi, diminuendo anche l’appetito. La fosforilazione ossidativa, ovvero il processo grazie al quale il corpo brucia calorie a un ritmo accelerato per mantenere stabili le temperature dell’organismo, può risvegliare il funzionamento del metabolismo. I termogenici infatti, aumentano il consumo di energia da parte delle cellule, stimolando anche i recettori beta-adrenergici che causano una maggiore eccitabilità della cellula e il conseguente aumento di consumo di energia.

Gli acceleratori del metabilismo sono estratti da erbe che agiscono sul metabolismo, portando alla perdita di peso. Sostanze come caffè, fibre, Arginina, l’acido linoleico coniugato, la garcinia, ecc, sono solo alcuni dei più noti nella loro azione acceleratoria sulla funzionalità del metabolismo. Queste sostanze consentono di bruciare più velocemente i grassi anche a riposo, soprattutto in soggetti che a causa di una alimentazione irregolare non smaltiscono facilmente i pasti ed hanno un metabolismo lento.

Riduttori dell’appetito. Se la fame non è pressante, rinunciare a piatti abbondanti risulterà più semplice. Per questa ragione sono largamente diffusi i cosidetti soppressori dell’appetito, come fibre solubili o con ingredienti atti a favorire la sana produzione di neurotrasmettitori come Serotonia o Istamina, che limitano le nostre sensazioni dandoci un senso di sazietà e benessere.

Il tutto si traduce, dal momento in cui questi e vari altri composti sono combinati in forma di supplemento, in un lavoro sinergico atto a massimizzare la perdita di percentuale di grasso e migliorare le prestazioni fisiche. Risultati altrimenti difficili da ottenere con la sola alimentazione tradizionale.

 

Errori comuni

La loro efficacia è direttamente proporzionale all’associazione ad attività fisica e dieta ipocalorica bilanciata. Questo permetterà certamente il raggiungimento di risultati superiori ed in minor tempo. Purtroppo però è credenza comune esse siano alla stregua delle pillole magiche, tali da poter dimagrire magicamente, stando comodi sul divano tra TV e snack da sgranocchiare. Nessun integratore potrà sostituirsi totalmente ad una dieta variata e movimento!

 

L’uso dei Dimagranti è sicuro?

Come tutti gli integratori, avendo appunto questo titolo ed essendo di libera vendita, non sono da considerarsi dei medicinali. Questo può significare un effetto meno marcato, ma di certo un prodotto molto sicuro. Attenendosi ai dosaggi da etichetta, non si incorreranno ad effetti collaterali a patto di non essere soggetti ipersensibili agli stimolanti, con allergie o particolari patologie.

 

Conclusioni

Si evince quindi che questa tipologia di prodotti, oltre ad essere sicuri ed a favorire una efficace perdita di peso mobilitando anche i depositi di grasso più difficili da eliminare, possono generare un miglioramento delle prestazioni. Naturalmente ciò si troduce inoltre, per quanto marginale, in un miglioramento delle perfomance e dello sviluppo muscolare. Perdere peso dunque deve essere un imperativo come l’obiettivo di mantenersi in buona salute. Integratori, sport e dieta sana possono contribuire a ritrovare la perfetta forma fisica e anche una maggiore fiducia in se stessi.

 

Fonti e bibiografia
Lose Weight Fast: How to Do It Safely http://www.webmd.com/diet/features/lose-weight-fast-how-to-do-it-safely

Daily Food and Activity Diary http://www.nhlbi.nih.gov/health/public/heart/obesity/lose_wt/diary.htm

Weight Loss http://www.ausport.gov.au/ais/nutrition/factsheets/body_size_and_shape/weight_loss

Evodia http://www.webmd.com/vitamins-supplements/ingredientmono-1159-Evodiamine%20(EVODIA).aspx?activeIngredientId=1159&activeIngredientName=Evodiamine%20(EVODIA) Yohimbine http://www.medicinenet.com/yohimbine-oral/page2.htm

 

Condividi questa notizia