Il mais negli alimenti di cani e gatti

Per il nostro animale vogliamo fare le scelte migliori in termini di alimento, ma siamo circondati da troppe informazioni. Ad esempio, le diete prive di mais, grano e soia sono migliori rispetto a diete contenenti altri carboidrati? Diciamoci la verità: non esistono ricerche a sostegno di questa tesi! In realtà, i cereali sono considerabili come elementi nutritivi digeribili e risultano meno allergizzanti rispetto a fonti proteiche di origine animale.

Ricerche scientifiche insegnano che cani e gatti hanno esigenze nutrizionali molto diverse da quelle degli esseri umani e che sono i nutrienti, e non gli ingredienti, i pilastri fondamentali della loro dieta. Per questo, per il loro benessere, è fondamentale concentrarsi sulle sostanze nutritive, tralasciando le mode del momento che promuovono ad esempio diete senza cereali.

Il mais, che spesso viene accusato di essere utilizzato negli alimenti per cani e gatti come semplice riempitivo, è uno dei pochi ingredienti che contiene contemporaneamente proteine, carboidrati, grassi, minerali, vitamine e fibre, con ottime caratteristiche nutrizionali.

Royal Canin inoltre seleziona con estrema attenzione i fornitori di materie prime esigendo altissimi standard qualitativi e conducendo precise e affidabili analisi di controllo(1) SUL 100% DELLE MATERIE PRIME UTILIZZATE, atte ad escludere, ancor prima della messa in produzione dei mangimi, la presenza di eventuali sostanze contaminanti ambientali oltre alla corrispondenza dei valori nutrizionali richiesti.

(1) I fornitori offrono a Royal Canin materie prime di qualità elevatissima nel rispetto di uno specifico disciplinare. Il 100% delle materie prime in consegna viene analizzato prima di autorizzarne lo scarico. Una volta autorizzato lo scarico, tutte le materie prime che si trovano nelle fabbriche Royal Canin sono sottoposte a controlli costanti. Tutte le sedi di produzione sono legate ai laboratori centrali di Aimargues (Francia) dove vengono svolte 30.000 analisi all’anno sulle materie prime e sugli alimenti finiti (sulla base dei disciplinari certificato COFRAC*).

Royal Canin dispone inoltre di un “archivio” nel quale sono conservati campioni delle materie prime fino alla data di scadenza e campioni degli alimenti finiti per 18 mesi.

Questo per poter effettuare analisi di accertamento sugli alimenti dopo essere stati commercializzati.

Tutto questo processo, accuratamente rispettato, garantisce che la produzione del cibo per cani e gatti sia qualitativamente eccellente e sicura.

*COFRAC: dal 2008 è stato designato come unico organismo nazionale di accreditamento. È riconosciuto a livello europeo e internazionale grazie ad accordi multilaterali. Le valutazioni e l’accreditamento delle aziende vengono fatte sulla base delle norme europee internazionali in vigore.

Vai su royalcanin.it e scopri tutti i falsi miti sul mondo del petfood.

Fonte: Bauzaar

Condividi questa notizia